Cosa fare se il cane ha la febbre

Come riconoscere i sintomi e quali accorgimenti mettere in pratica prima di andare dal veterinario: è importante sapere cosa fare se il cane ha la febbre, perché potrebbe essere l'indizio di una patologia più grave da curare in tempo

da , il

    Cosa fare se il cane ha la febbre

    Anche al nostro amico Fido può capitare di stare male, pertanto sapere cosa fare se il cane ha la febbre è importante per affrontare uno stato di malessere che potrebbe anche essere il primo indizio di una patologia più grave, che deve essere colta in tempo per tutelare pienamente la salute del cane. Qui di seguito vedremo innanzitutto come riconoscere la presenza di uno stato febbricitante, e infine gli accorgimenti a prendere prima di recarsi dal veterinario. Ecco allora cosa fare se il cane ha la febbre passo dopo passo.

    Come riconoscere se il cane ha la febbre

    Per prima cosa è importante capire se il cane ha la febbre davvero oppure si tratta di un normale aumento della temperatura corporea, ad esempio è del tutto evidente che vi sia tale innalzamento dopo aver svolto un’attività fisica molto intensa oppure semplicemente dopo aver viaggiato in automobile sotto il sole in estate. Per quanto banale può sembrare la risposta, il metodo migliore per riconoscere se il cane ha la febbre è utilizzare un termometro digitale personale del cane, da usare per via rettale: la temperatura media di Fido si aggira tra i 38 e i 39 gradi, quando sale fino ai 40 e oltre vuol dire che vi è una patologia in atto. Diffidate dei rimedi popolari per capire se il cane ha la febbre perché non sono affidabili, soprattutto le orecchie, che possono accaldarsi anche senza uno stato febbricitante, o viceversa.

    Perché il cane ha la febbre

    Perché il cane ha la febbre? Invero si tratta di un sintomo legato a moltissime patologie, e solo un veterinario può ricercare con efficacia le cause e intervenire in modo appropriato. Giusto per fare qualche esempio, possiamo affermare che alcune delle cause più comuni di febbre in un cane sono ferite infette, infezioni batteriche e ascessi, ma possono anche essere indizio di malattie molto più gravi, in cui il tempismo di intervento è essenziale per salvargli la vita. Ecco perché è importante capire i sintomi della febbre in un cane, che sono inappetenza, mancanza di sete, letargia e dolori muscolari associati al respiro affannoso: se si notano questi sintomi misurate la temperatura al cane con il termometro e intervenite in caso di accertamento dello stato febbricitante.

    Il cane ha la febbre: cosa fare?

    Vediamo allora cosa fare se il cane ha la febbre. È importante ascoltare i consigli del proprio veterinario e recarsi direttamente in ambulatorio se la febbre persiste per diversi giorni, oppure se la temperatura è molto elevata da subito, perché come abbiamo detto può essere l’inizio di una situazione patologica che può evolversi e degenerare in brevissimo tempo. Invece in alcuni casi di febbre di lieve entità è possibile che non vi sia bisogno di alcun trattamento, ed anzi la febbre può contribuire a distruggere eventuali batteri o virus. Mai somministrare medicinali umani come aspirina o tachipirina al cane, perché non sono adatti al loro organismo e potrebbero procurare danni gravissimi, a partire da forti disturbi gastrointestinali, mentre gli antibiotici comunemente prescritti sono amoxicillina, ampicillina, cefalexina, doxiciclina, e per il semplice trattamento dello stato influenzale viene comunemente utilizzato il ketoprofene. Oltre a monitorare lo stato di febbre del cane, in attesa di una visita accurata del veterinario potete controllare l’eventuale presenza di protuberanze cutanee e ascessi, che potrebbero essere indizi della patologia in corso.