Licia Colò libera granchi sigillati vivi in vendita al supermercato

L'allarme è stato lanciato dalla conduttrice televisiva Licia Colò che ha postato un video sulla sua pagina Facebook.

da , il

    Licia Colò libera granchi sigillati vivi in vendita al supermercato

    Granchi sigillati con il cellophane nelle vaschette ancora vivi, erano in vendita nel banco frigo della pescheria di un supermercato Carrefour di Roma. Alcuni hanno le chele intrappolate con quelle di altri, tutti sono ammassati e schiacciati dalla pellicola di confezionamento. A denunciare la situazione è stata la conduttrice televisiva, Licia Colò, che ha postato un video sulla sua pagina Facebook.

    Nel video la nota conduttrice TV spiega che si tratta di una pratica illegale e che la sua intenzione è quella di acquistare le confezioni e liberare in mare i granchi rimasti ancora vivi. Ecco le sue parole:

    ‘Mi trovo in un supermercato Carrefour vi faccio vedere cosa ho trovato nel banco pesce. Non so se si vede, ma ci sono granchi vivi all’interno di questo contenitore rivestito di cellophane. È una cosa vietata, mi sento impotente, farò una protesta ufficiale. Ritengo che sia una cosa amorale. Sarà un’azione inutile, ma comprerò queste scatole, sono tre, costano 1.69 euro, la maggior parte dei granchi all’interno sono vivi. Siccome abito vicino al mare, anche se è notte andrò a Ostia e proverò a liberarli, ma non so che fine faranno. Comunque, farò richiesta alla Carrefour di non mettere più animali vivi in vendita in queste condizioni. Una cosa che avviene anche per le aragoste. È vietato, ma evidentemente non è così per alcuni. Ciao’.

    Nel suo blog online ha invece scritto: ‘Posso solo immaginare la sofferenza di quegli animali, letteralmente sigillati vivi e condannati a una lenta e atroce morte. Per di più sotto gli occhi di tutti, anche dei bambini’.

    Il video pubblicato su Facebook ha immediatamente scatenato numerose reazioni da parte dei followers della Colò: ‘Questa catena di supermercati… vendeva anche il Fois gras…! Tempo fa abbiamo fatto una protesta formale…non so come è finita…C’è ancora….in vendita?’, ha scritto un utente; qualcun’altro ha proposto una soluzione immediata: ‘Quindi ti chiediamo: cambia supermercato! Boicottate questi criminali’; altri ancora hanno invocato l’intervento degli agenti: ‘Ma le forze dell’ordine sono state avvertite? Grande Licia dobbiamo far conoscere questi abomini’.

    La conduttrice ha infine postato un articolo della Lav, con anche il relativo link: ‘La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato da un ristoratore di Campi Bisenzio (Firenze), condannato per aver detenuto aragoste e granchi vivi sul ghiaccio con le chele legate, confermando la sentenza di primo grado emessa dal Tribunale di Firenze’.