Allarme smog in Italia: blocchi del traffico a Milano e Roma

Allarme smog in Italia: blocchi del traffico a Milano e Roma

Nei prossimi giorni toccherà a Napoli e Torino

da in Ambiente, Inquinamento, Inquinamento atmosferico, News Ambiente, Smog
Ultimo aggiornamento:
    Allarme smog in Italia: blocchi del traffico a Milano e Roma

    Allarme smog in Italia: i livelli di PM10 in diverse città italiane è da diversi giorni oltre i limiti di sicurezza. Gas di scarico delle auto, riscaldamenti domestici, emissioni industriali, alta pressione, sono un mix letale che ha generato una situazione allarmante soprattutto nei principali centri urbani. A Roma e Milano sono già scattati i primi provvedimenti per riportare la situazione alla normalità, mentre per Torino e Napoli si partirà settimana prossima. Ecco tutti i dettagli sulle limitazioni introdotte alla circolazione dei mezzi di trasporto.

    Nel rispetto del ‘Protocollo regionale sulla qualità dell’aria’, a Milano sono partite le misure per il contenimento dello smog. Nel capoluogo lombardo infatti è stato superato il limite giornaliero di PM10 di 50 microgrammi per metro cubo per sette giorni consecutivi. Blocco quindi alla circolazione dei veicoli Euro 0 benzina e Euro 0, 1 e 2 diesel, anche nelle giornate di sabato, domenica e festivi, nei seguenti orari: dalle ore 7,30 alle ore 19,30. Le auto private Euro 3 diesel senza filtro antiparticolato non potranno circolare in città dalle 9,00 alle 17,00, mentre i veicoli commerciali Euro 3 diesel senza filtro antiparticolato dovranno rimanere fermi dalle 7,30 alle 9,30. I provvedimenti verranno sospesi soltanto nel momento in cui si registreranno due giorni consecutivi sotto i limiti di 50 microgrammi per metro cubo. Se la situazione non dovesse migliorare, non si esclude il ricorso al blocco totale del traffico.

    I livelli allarmanti di inquinamento a Roma, hanno spinto il Codacons a intervenire, il quale ha dichiarato che presenterà un esposto in Procura contro l’amministrazione comunale: ’12 centraline su 13 hanno superato i limiti massimi di Pm10 nell’aria’.

    Si riparte quindi con le domeniche ecologiche nella Capitale; le restrizioni per le auto più inquinanti, da Euro 2 a scendere, sono già attive dall’8 dicembre, nella fascia oraria 7.30-20,30.

    Per la prima delle quattro domeniche programmate dal Campidoglio è previsto il divieto totale della circolazione ai veicoli con motore endotermico, nella Fascia Verde dalle 7,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 20,30.

    Sono esonerati dal blocco e possono quindi circolare i mezzi con carburanti a basso impatto ambientale, ovvero metano e GPL, nonché le auto elettriche, ibride ed Euro 6.

    Anche nel capoluogo piemontese è scattato l’allarme inquinamento, che a Torino si accende quando la soglia di 50 mg/m3 viene superata per oltre 7 giorni. I primi blocchi però verranno applicati a partire da mercoledì prossimo.

    Infine anche Napoli è stretta nella morsa dello smog, ragione per cui già da diverso tempo è vietata la circolazione ad alcuni veicoli, fatta eccezione per le auto Euro 4 e successive, elettriche, a Gpl o metano. E’ previsto il fermo del traffico per le giornate di lunedì, mercoledì e venerdì (dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,30) a cui si è aggiunto il martedì. Per quest’ultimo, il divieto di circolazione resterà in vigore fino al 31 dicembre 2016, mentre per tutti gli altri durerà fino al 31 marzo 2017.

    589

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteInquinamentoInquinamento atmosfericoNews AmbienteSmog
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI