Pista di pattinaggio con 5mila pesci morti in Giappone: polemiche e chiusura

Pista di pattinaggio con 5mila pesci morti in Giappone: polemiche e chiusura

I dirigenti del parco divertimenti Space World organizzeranno una cerimonia funebre per scusarsi

da in Ambiente, Animali, News Ambiente, Pesci, Viral Ambiente
Ultimo aggiornamento:
    La pista di pattinaggio con pesci congelati

    Si sono giustificati adducendo buone intenzioni nella loro iniziativa, ma la pista di pattinaggio con 5mila pesci morti non è risultata essere una buona trovata, e i dirigenti di un parco divertimenti in Giappone sono stati costretti a chiudere con molte scuse dopo due settimane l’insolito percorso sul ghiaccio, a seguito delle proteste innescate. Il video della pista di pattinaggio con i pesci congelati ha fatto rapidamente il giro del mondo attraverso il web, dimostrando ancora una volta la superficialità con cui l’uomo sfrutta e utilizza gli animali, per quanto i pesci fossero già morti prima di finire in ghiacciaia.

    Certo la gravità della situazione non è paragonabile a quella dell’orso polare in Cina nella struttura all’interno di un centro commerciale, che ha fatto indignare milioni di persone nel mondo, ma indubbiamente l’iniziativa escogitata per attrarre i visitatori dal parco divertimenti Space World, nella prefettura di Fukuoka, è risultata quanto meno infelice: una pista di pattinaggio fatta con oltre 5mila pesci di 25 specie diverse, congelati sotto la superficie attraversata da decine e decine di persone ogni giorno. A sentire i vertici del parco divertimenti lo scopo era nobile, ovvero far conoscere ai bambini le specie ittiche che popolano i mari, creando quella che loro stessi hanno definito una ‘pattinata sul mare‘.

    L’accoglienza mediatica della pista di pattinaggio non è stata però quella auspicata dai dirigenti del parco divertimenti, tanto che dopo due settimane hanno dovuto chiudere la struttura sull’onda delle proteste, scusandosi con molto rincrescimento.

    Il manager di Space World ha voluto sottolineare in ogni caso che i pesci erano già tutti morti al momento dell’acquisto, e che erano considerati ‘inadeguati ad essere venduti al mercato‘. E per dimostrare che il loro pentimento è sincero, i dirigenti del parco hanno deciso di celebrare un funerale per i 5mila pesci con rito shintoista, secondo quanto riportano i media nipponici che hanno dedicato ampio spazio alla vicenda: per i pesci un finale decisamente migliore che finire congelati sotto una pista di pattinaggio per il divertimento degli umani.

    380

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteAnimaliNews AmbientePesciViral Ambiente
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI