Equinozio d’autunno 22 settembre 2016: le immagini più belle

Equinozio d’autunno 22 settembre 2016: le immagini più belle

Lo slittamento del primo giorno della stagione dipende dal tempo impiegato nella rotazione dalla Terra

da in Ambiente, Clima, News Ambiente, Sistema solare, Terra
Ultimo aggiornamento:

    Oggi 22 settembre 2016 è l’equinozio d’autunno, il primo giorno in cui inizia la nuova stagione, associata proverbialmente alle foglie degli alberi che cadono e ad un soffuso sentimento di malinconia: alle ore 14 e 21 diciamo ufficialmente addio all’estate, in questo giorno caratterizzato dalla particolarità che la durata di luce e buio è perfettamente identica. Non a caso utilizziamo il termine equinozio, che deriva dal latino aequinoctium, il cui significato letterale è ‘notte uguale (al giorno)’. Qui di seguito riportiamo alcune curiosità e le immagini più belle associate all’equinozio d’autunno.

    Innanzitutto dobbiamo ricordare che l’equinozio non cade sempre nella stessa giornata ogni anno: infatti tutto dipende dal tempo impiegato dalla Terra nel compiere il movimento di rotazione. L’equinozio d’autunno solitamente cade il 21 o il 22 settembre, ma talora anche il 24, come accaduto nel 1931 e come ricapiterà nel 2303: il pianeta infatti impiega 365, 25 giorni per compiere il movimento di rotazione sul proprio asse in maniera completa, e questo tempo ‘extra’ si accumula per ritardare il primo giorno d’autunno ogni tot periodo di tempo. Durante l’equinozio d’autunno, il Sole appare sullo zenit per chi lo osserva dalla prospettiva dell’equatore, all’intersezione fra piano dell’equatore celeste e dell’eclittica, per cui i raggi solari sono perfettamente perpendicolari all’asse di rotazione.

    Poiché in questa giornata le ore di luce e di buio coincidono perfettamente nella durata, sin dall’antichità in molte culture l’equinozio è considerato un momento speciale, un giorno di celebrazioni: ad esempio al tempo dei Misteri Elausini, l’equinozio autunnale corrispondeva al momento della discesa di Persefone, regina degli Inferi, nell’Ade, separandosi così dalla madre Demetra, dea del grano e dell’agricoltura, per un periodo di 6 mesi.

    In Giappone ancora oggi questo giorno è dedicato alla memoria dei propri avi e della famiglia, mentre tanti appassionati si ritrovano sulle rovine di Stonehenge ogni anno per festeggiare questo giorno. In generale il filo conduttore di questa particolare giornata dell’anno è la capacità di bilanciare gli opposti, di ritrovare l’equilibrio interiore: sarà per questo che una categoria di persone sempre più ampia ama la stagione autunnale, la bellezza di un momento di riflessione e di ripiegamento verso se stessi? Se avvertite anche voi il fascino dell’equinozio d’autunno, allora non potete lasciarvi sfuggire la nostra fotogallery dedicata all’argomento.

    382

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteClimaNews AmbienteSistema solareTerra

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI