Eruzione isola Reunion: uno spettacolo per residenti e turisti

Eruzione isola Reunion: uno spettacolo per residenti e turisti

Per la seconda volta nel corso del 2016 il vulcano Piton de la Fournaise sull’isola francese si è risvegliato

da in Ambiente, Natura, News Ambiente, Vulcani
Ultimo aggiornamento:
    Eruzione isola Reunion: uno spettacolo per residenti e turisti

    Quando si parla di vulcani generalmente si associa la notizia di eruzioni ad eventi catastrofici correlati, ma per fortuna vi sono anche casi in cui la fuoriuscita di lava, gas e lapilli si trasforma in uno spettacolare evento naturale: è quanto accaduto con l’eruzione sull’isola Reunion riportata dai media il 12 settembre scorso, la seconda di questo 2016, puntualmente documentata anche sul web da foto e video. Ancora una volta dunque il vulcano Piton de la Fournaise collocato sull’isola francese La Réunion, ha manifestato tutta la sua straripante forza naturale sorprendendo turisti e residenti presenti sul posto.

    L’evento è subito diventato infatti per i visitatori uno spettacolo da immortalare, cosa puntualmente accaduta mentre dalla cima del ‘Picco del forno’, questo il nome letteralmente tradotto del vulcano, scendeva un fiume di lava spesso fino a 30 metri. In realtà non si tratta di un fenomeno così inatteso, essendo considerato questo vulcano dell’isola francese uno dei più attivi insieme al nostro Etna in Sicilia e al Kilauea delle isole Hawaii. Il Piton de la Fournaise, che culmina a 2632 metri d’altitudine, è quello che gli addetti ai lavori denominano come un vulcano a scudo, che costituisce il 40 per cento dell’isola nell’area sud-orientale, e detiene il record mondiale per la frequenza di eruzioni, in media una ogni nove mesi.

    Dunque siamo perfettamente in linea con le sue ‘abitudini’ con questa seconda eruzione nel corso del 2016: l’evento non ha causato particolari problemi alla popolazione presente, tuttavia le autorità hanno preferito chiudere alcuni dei sentieri più vicini al vulcano, quelli generalmente più frequentati dai turisti che vogliono ammirare lo spettacolo eruttivo, senza contare che dal 1979 è stato installato anche l’osservatorio astronomico, ulteriore attrazione per i visitatori.

    Per prudenza infatti le autorità non hanno voluto che le persone si avvicinassero troppo a causa dei rischi collegati ai gas sprigionati e alle elevate temperature: tuttavia residenti e turisti hanno potuto comunque godere di un evento di bellezza che ha pochi eguali, perfettamente al riparo dalle conseguenze più spiacevoli generalmente associati ai vulcani attivi, anche perché il Piton de la Fournaise risulta essere uno dei più sorvegliati al mondo. Uno spettacolo maestoso e stupendo che mette in risalto la nostra infinita piccolezza rispetto all’enormità del pianeta che ci ospita.

    423

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteNaturaNews AmbienteVulcani
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI