20 comportamenti amici dell’ambiente che puoi fare senza sforzo

20 comportamenti amici dell’ambiente che puoi fare senza sforzo
da in Acqua, Ambiente, Ecologia, Efficienza energetica, How To Ambiente, Impatto ambientale, Riciclaggio, Risparmio energetico
Ultimo aggiornamento: Giovedì 24/11/2016 07:17

    comportamenti ecologici

    Il 5 giugno è la Giornata mondiale dell’Ambiente, proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale dell’Onu: quale occasione migliore per rammentare i comportamenti ecologici che possiamo assumere nella vita di tutti i giorni, e dunque non solo in quella specifica giornata, affinché il pianeta in cui viviamo possa soffrire il meno possibile dell’impatto di 8 miliardi circa di esseri umani che lo abitano, sfruttandone le risorse incessantemente. Alcuni di essi potranno sembrare banali, altri più curiosi, in ogni caso si possono compiere senza particolari sforzi: una piccola azione che, se fatta da ognuno di noi, può dare un enorme contributo al benessere della Terra. Ecco dunque almeno 20 comportamenti amici dell’ambiente tra i molti possibili per lasciare la Terra in migliori condizioni alle generazioni di domani.

    acqua rubinetto

    Quante volte mentre ci laviamo i denti o facciamo la barba lasciamo scorrere l’acqua senza pensarci? Può sembrare una sciocchezza, ma chiudere il rubinetto in questi frangenti evita di sprecare 10mila litri l’anno di questa preziosa risorsa.

    doccia vasca

    Continuando alla voce ‘spreco d’acqua’, è preferibile utilizzare la doccia invece che la vasca da bagno, poiché si utilizzano oltre 100 litri in meno, e oltretutto fa bene alla circolazione sanguigna.

    raccolta differenziata

    Oramai sta diventando pratica d’uso comune, ma è sempre utile ricordare l’importanza di fare la raccolta differenziata per i rifiuti domestici, separando plastica, vetro, carta e umido negli appositi contenitori, oltre che riciclare tutto ciò che è possibile.

    bottiglie plastica

    Ad esempio quando facciamo la spesa possiamo riutilizzare flaconi e bottiglie varie mettendo altri prodotti liquidi sfusi oppure trasformandoli in pratici porta oggetti.

    caraffa filtrante

    Restando in tema bottiglie, evitiamo di comprare acqua in bottiglia di plastica, visto quanto questo materiale inquini anche in forma biodegradabile, e piuttosto compriamo una caraffa filtrante che purifica l’acqua del rubinetto.

    detersivo

    Quando facciamo il bucato è meglio sostituire il detersivo liquido con uno in polvere senza fosfati, o ancora meglio, usare prodotti biologici che puliscono senza aggredire i tessuti ed evitando di inquinare.

    aria condizionata

    Non bisogna esagerare con il riscaldamento e l’aria condizionata: installando un termostato è possibile risparmiare energia mantenendo una temperatura ideale tra i 16 e i 19 gradi centigradi nelle varie camere. Inoltre d’estate si possono sfruttare svariati trucchi per raffreddare casa senza l’ausilio di aria condizionata

    ufficio

    Anche nella vita lavorativa si possono incoraggiare comportamenti ecologici che aiutano l’ambiente: fare la raccolta differenziata, utilizzare in maniera ragionevole aria condizionata e riscaldamento, fino ad acquistare materiale da fornitori che attuano politiche ecocompatibili sono tutti piccoli accorgimenti che risultano assai efficaci.

    risparmio energetico

    In tema di risparmio energetico sostituiamo lampadine classiche con quelle a basso consumo, che costano meno, durano più a lungo e consentono di consumare fino a 5 volte meno elettricità.

    spegnere luci

    Non accendiamo lampade in casa quando non è necessario, soprattutto d’estate quando la luce del giorno filtra dalle finestre fino a sera inoltrata.

    elettrodomestico stand by

    Sempre in tema di consumi energetici, le spie luminose degli elettrodomestici lasciati in stand by come televisione, computer, videoregistratore, lettori CD e DVD, consumano il 10 per cento di elettricità in più.

    ghiaccio congelatore

    Sbrinare regolarmente il congelatore fa bene all’ambiente e alla bolletta della luce, visto che uno strato di appena 4 millimetri di ghiaccio può raddoppiare il consumo di elettricità.

    sacchetti ecologici

    Per fare la spesa al mercato utilizziamo i sacchetti appositi, pieghevoli e riutilizzabili, oltre che spesso realizzati con materiali eco-friendly, invece delle buste di plastica che ci mettono secoli ad essere distrutti in natura.

    prodotti chilometri zero

    Le scelte alimentari sono importanti non solo per la salute, ma anche per l’ambiente: i benefici sono dunque molteplici quando si scelgono prodotti freschi di stagione e a ‘chilometro zero’, ossia locali, contribuendo così a diminuire l’inquinamento dell’aria derivante dai trasporti utilizzati per l’importazione.

    olio di palma

    Si può essere golosi e allo stesso tempo fare delle scelte green che aiutano l’ambiente: ad esempio è meglio comprare biscotti, merendine e gelati senza olio di palma, visto che ettari di foreste vengono distrutte ogni anno soprattutto nel sud-est asiatico per far spazio alle coltivazioni.

    pannolini lavabili

    Per il proprio bambino si possono utilizzare i pannolini lavabili: è vero che per le mamme è un capo in più da lavare, ma il risparmio in termini ecologici, oltre che economici, è notevole, visto che un pannolino usa e getta ha bisogno di 300 anni per essere smaltito, e un bebè nella sua vita ne utilizza migliaia. Per chi non sa esattamente come funzionano o si è scettici sul prodotto, esistono oggi luoghi appositi per provarli gratuitamente.

    car sharing

    Cominciamo il capitolo trasporti: il car sharing è ormai sempre più diffuso, ma se non si ha a disposizione un servizio nella propria città lo si può sempre attuare in maniera fai-da-te, organizzandosi con i colleghi o gli amici, mettendo a disposizione a turno l’automobile.

    bicicletta

    Oppure si può utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città: sempre di più è in aumento il numero di utenti e contestualmente di piste ciclabili in tutte le città del mondo, e c’è persino chi offre incentivi per usarle al posto delle auto. In molte città inoltre è ampiamente diffuso il bike sharing.

    treno

    Per i tragitti lunghi è meglio scegliere il treno: oggi il tempo di percorrenza per muoversi lungo il Paese è simile a quello di un aereo grazie al Tav, ma in termini di emissioni di anidride carbonica risulta essere di gran lunga il mezzo di trasporto preferibile.

    camminare

    Per i tragitti brevi invece usiamo il mezzo più economico e salutare che esista al mondo: i piedi. Camminare fa bene al corpo , allo spirito, al portafoglio e anche all’ambiente.

    1838

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI