Raffreddare casa senza aria condizionata: come risparmiare energia e aiutare l’ambiente

Raffreddare casa senza aria condizionata: come risparmiare energia e aiutare l’ambiente
da in Ambiente, Efficienza energetica, How To Ambiente, Risparmio energetico
Ultimo aggiornamento: Giovedì 24/11/2016 07:17

    casa

    Come combattere il caldo in città risparmiando energia? Per gli irriducibili del climatizzatore è impensabile fare a meno di questo apparecchio, eppure esistono dei metodi alternativi per raffreddare casa senza aria condizionata, e altrettanto efficaci. Vi proponiamo nelle pagine seguenti una mini guida con 10 modi per raffreddare casa in maniera naturale, aiutando l’ambiente e risparmiando anche sulla bolletta dei consumi elettrici: volete sapere come? Non resta che proseguire nella lettura.

    ombrellone balcone

    Il modo più semplice è montare delle tende o in alternativa utilizzare anche un ombrellone da balcone per avere una barriera contro il sole davanti le finestre di casa, impedendo che salga la temperatura interna nelle ore più bollenti.

    tapparelle

    Abbassare le tapparelle o chiudere le persiane nelle ore più calde del giorno aiuta a tenere fresca la casa: per quanto incredibile, anche chiudere le finestre aiuta a mantenere temperature interne sopportabili, poiché si evita in questo modo che entri aria umida e pesante. Spalancare le finestre invece alle prime ore del mattino, o di notte se possibile, per rinfrescare le stanze.

    computer

    Spegnere tutti gli elettrodomestici che non si utilizzano al momento: oltre che essere un inutile spreco di energia, tali apparecchi generano calore. Abolite anche asciugacapelli, forni vari e asciugatrice, che con il caldo diventano superflui o addirittura dannosi per la propria vivibilità.

    luci

    Non solo le luci troppo intense, oltre che consumare energia, generano ulteriore calore, ma grazie all’ora legale, con le giornate si allungano e le ore di sole che aumentano, si possono tenere le luci spente fino a quando non cala il buio: anche questo aiuta a tenere fresca la casa.

    piante balcone

    Se nella vostra proprietà avete un piccolo spazio esterno da sfruttare, come una terrazza, un balcone o un giardino, riempitelo di piante e rampicanti, soprattutto sul lato più esposto e assolato della dimora, poiché il verde aiuta ad assorbire parte del calore.

    tendine

    Oltre alle tende fuori ci sono le tendine interne alla casa: bisogna privilegiare in questo caso il colore bianco, che fungono da schermo per i raggi solari.

    scala solaio

    Utilizzare materiali isolanti per solai e sottotetti, e più in generale per tutte le superfici della casa maggiormente esposte ai raggi solari.

    doccia

    Per mantenere fresco l’appartamento bisogna prestare attenzione anche alle proprie abitudini: ad esempio fate il bucato e la doccia nelle ore più fresche, evitando che condensa e vapore creino ulteriore umidità all’interno della casa.

    ventilatore

    Se continuate a ritenere eccessivo il calore in casa nonostante questi accorgimenti, optate allora per un ventilatore, sia portatile che quello a pale sul soffitto, il quale consuma circa 15 volte meno di un condizionatore medio.

    frutta

    Infine, mangiare cibi freschi e ricchi d’acqua aiuta a mantenere bassa la temperatura corporea, e inoltre risparmierete calore ed energia limitando al minimo indispensabile l’uso dei fornelli.

    923

    PIÙ POPOLARI