Plastica negli oceani: 5 Paesi che inquinano di più al mondo

Plastica negli oceani: 5 Paesi che inquinano di più al mondo
da in Ambiente, Inquinamento, Inquinamento dell'acqua, Mare, Plastica
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19/10/2016 07:17

    plastica oceani

    Ripulire la plastica dagli oceani è una delle maggiori criticità del nostro tempo, uno dei tanti effetti collaterali dell’espansione economica globale e del conseguente aumento dei consumi: mentre qualcuno prova ad ideare delle soluzioni efficaci, altri scienziati svelano quali sono i Paesi che inquinano di più al mondo. Lo studio, pubblicato sulla rivista Science, svela che i primi 5 appartengono tutti al sud-est asiatico, responsabili di ben 5,3 degli 8,8 milioni di tonnellate di materie plastiche che ogni anno inquinano il mare, e se allarghiamo lo sguardo alla top ten, soltanto due nazioni, Nigeria ed Egitto, non appartengono a quella porzione di continente asiatico a cui si deve il 60 per cento della plastica in mare. Ecco quali sono i 5 Paesi maggiormente inquinanti.

    spazzatura mare

    Al quinto posto di questa classifica emersa dallo studio di Ocean Conservancy pubblicato su Science troviamo l’Indonesia, e la motivazione è identica a quella degli altri Paesi: una carenza nelle infrastrutture che riguardano la gestione e il riciclo dei rifiuti, che impedisce un corretto smaltimento contribuendo all’inquinamento degli oceani.

    pesci plastica

    Il boom economico di questi Paesi ha portato a una tale iper-produzione da risultare eccessiva per le attuali capacità di trattamento degli scarti, così che a farne le spese non è solo il Vietnam e gli altri Stati indicati in questo studio, ma l’intero ecosistema del pianeta e le biodiversità che ospita.

    delfino plastica

    In Thailandia come altrove, le prime vittime di questo inquinamento marino sono i pesci, gli uccelli, le testuggini e gli altri animali acquatici che finiscono soffocati da sacchetti, tappi di bottiglia, micro-frammenti vari: circa 100mila esemplari morti ogni anno secondo i dati diffusi dal National Oceanic e Atmospheric Administration.

    spazzatura acqua

    Emblematico un caso come quello delle Filippine, che si piazza al secondo posto per inquinamento nonostante le ridotte dimensioni territoriali, con 550mila tonnellate l’anno, il 20 per cento del totale: ‘Il riciclo nelle Filippine è praticamente inesistente, ci sono molte carenze nella gestione dei rifiuti, dal modo in cui sono raccolti, al trasporto e alle discariche in cui vengono portati. Le possibilità che nel corso di questo processo parte dei rifiuti raggiunga il mare sono molto alte‘, ha dichiarato in merito Paeng Lopez, rappresentante del GAIA, l’Alleanza globale contro l’incenerimento.

    bottiglie plastica

    Nemmeno a dirlo, al primo posto c’è la Cina, che non ha solo il problema dell’inquinamento atmosferico: anche dal punto di vista dei rifiuti in mare agguanta infatti il primato staccando di gran lunga tutti gli altri, con più di 3,5 milioni di tonnellate di materiali plastici l’anno che finiscono direttamente in mare.

    704

    PIÙ POPOLARI