8 motivi per non usare l’ammorbidente

8 motivi per non usare l’ammorbidente
da in Ambiente, Ecologia, Impatto ambientale, Inquinamento, Tutela ambientale
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19/10/2016 07:17

    ammorbidente

    Tante persone sono abituate ad utilizzarlo nella quotidianità in ambito domestico, ma esistono parecchi motivi per non usare l’ammorbidente: questo prodotto infatti è altamente tossico, e fa male sia all’ambiente che alla salute, come ha ribadito Peter Ohnsorge, presidente dell’Accademia Europea di Medicina Ambientale, ultimo di una lunga serie di esponenti scientifici che avvertono sugli effetti nocivi che procurerebbe tale prodotto. Oggi sappiamo che esistono alternative naturali ed efficaci nel medesimo modo come il bicarbonato di sodio e l’aceto, che rendono gli indumenti morbidi e profumati, eliminando i cattivi odori e nel caso dell’aceto aiutano anche ad eliminare il calcare dalla lavatrice. Ma per tornare all’oggetto del contendere, ecco 8 motivi per cui non bisogna usare l’ammorbidente: l’apparente comodità del prodotto confezionato non vale gli svantaggi che esso procura nel lungo periodo, fino a prova contraria.

    impatto ammorbidente

    L’impatto ambientale derivante dall’uso dell’ammorbidente è assai elevato: infatti questo prodotto ha un basso livello di biodegradabilità, e il prezzo da pagare è un maggiore inquinamento.

    ammorbidente patina

    Siccome l’ammorbidente tende a creare una patina sui vestiti che rende difficile l’eliminazione dello sporco vero e proprio, la diretta conseguenza è un aumento della quantità di detersivo e quindi dello stesso inquinamento.

    contatto pelle

    La medesima patina viene a contatto con la nostra pelle, e le sostanze di cui è composto l’ammorbidente, quasi tutte di origine sintetica oltre i derivati dal petrolio, si trasferiscono nel nostro organismo, risultando altamente inquinanti dal punto di vista ecologico e nocive per la salute dell’uomo.

    allergia

    Gli effetti dannosi dell’ammorbidente sulla nostra salute possono generare asma, emicrania, dermatite, reazioni allergiche di vario tipo, orticaria e dolori muscolari. L’intolleranza agli allergeni dell’ammorbidente può provocare reazioni imprevedibili, intolleranza che è in costante aumento nella popolazione, soprattutto nei bambini.

    reazione allergica inalazione

    Gli ammorbidenti sono caratterizzati dalla persistenza, ovvero per resistere nel lungo periodo sugli indumenti, ma tali componenti che sono assorbiti dalla pelle a poco a poco vengono rilasciati nell’aria venendo così anche inalati, in maniera graduale ma inesorabile.

    bucato casa

    Chi stende ad asciugare in casa i panni lavati con l’ammorbidente inquina l’aria presente all’interno della dimora. Secondo quanto affermato dalla scienza, la progressiva intossicazione domestica può generare malattie croniche ed autoimmuni, e molti tipi di cancro che hanno origine ambientale.

    acqua

    I cosiddetti tensiotivi cationici rilasciati dal prodotto attaccano gli impianti di depurazione facendoli mal funzionare, e gli ingredienti di origine petrolchimica sono responsabili dell’inquinamento dell’acqua.

    costo ammorbidente

    Chiudiamo con uno svantaggio prettamente di natura economica: a dispetto di tutto, l’ammorbidente costa anche parecchio, e non si risparmia nemmeno acquistandolo nei discount.

    827

    PIÙ POPOLARI