Quali sono i Paesi più avanzati e quelli più arretrati per le emissioni?

Quali sono i Paesi più avanzati e quelli più arretrati per le emissioni?
da in Ambiente, Inquinamento, Inquinamento atmosferico
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19/10/2016 07:17

    emissioni co2

    Quali sono i Paesi più avanzati e quelli più arretrati per le emissioni di CO2? In attesa della COP21 che si terrà a Parigi, proviamo a capire come in Europa e nel resto del mondo ci si sta muovendo per affrontare il problema dei cambiamenti climatici, che ha raggiunto un’accelerazione record negli ultimi 20 anni. Vi sono Paesi virtuosi che producono meno emissioni e riducono di più, ed altri che invece producono gas serra a iosa e fanno molto poco per frenare l’andazzo: a metà strada tanti altri, con varie sfumature. Ecco quali sono i Paesi più avanzati e quelli più arretrati per le emissioni in base ai dati delle rivelazioni statistiche di Eurostat ed altri istituti internazionali.

    gas serra

    Nel 2014 in Europa abbiamo assistito a un calo del 5 per cento rispetto al 2013, pari a 3.183 milioni di tonnellate di CO2. Le nazioni più popolose e ricche sono storicamente considerate i maggiori responsabili delle emissioni: Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Spagna sono però anche tra i Paesi più impegnati a ridurre i gas serra. L’Italia è sesto per riduzione, scendendo da 353 a 329 milioni di tonnellate lo scorso anno.

    bulgaria

    Sempre in base ai dati diffusi da Eurostat, le uniche nazioni in cui in Europa non sono scese le emissioni di gas serra sono Bulgaria, Cipro, Malta, Lituania, Finlandia e Svezia, con maglia nera alla Bulgaria per un aumento registrato del 7,1 per cento di emissioni nel 2014. Complessivamente le emissioni di agenti inquinanti nell’atmosfera sono minime, ma il loro comportamento è poco virtuoso.

    smog cina

    Secondo uno studio pubblicato dal World Resources Institute, dal 2005 è la Cina la nazione con più emissioni di anidride carbonica al mondo, mentre terza è l’India. Alla Conferenza sul clima di Parigi le loro scelte sono considerate determinanti per ottenere un’importante riduzione della produzione di gas serra: se la Cina ha aperto nei mesi precedenti ad un maggior impegno in tale direzione, una netta chiusura è arrivata dal governo indiano nei primi mesi del 2015.

    usa

    Sin dal 1880 gli Usa hanno assunto il triste primato nell’emissione di CO2, salvo poi cedere lo scettro prima all’Unione Sovietica nel 1991, e poi alla Cina nel nuovo millennio. Proprio con la Cina è stato raggiunto nel 2015 uno storico accordo: il primo e il secondo Paese più inquinante al mondo si sono impegnati a ridurre entrambi le emissioni.

    paesi più inquinanti

    I 12 paesi che producono più CO2 sono: Cina, Stati Uniti, India, Russia, Giappone, Germania, Corea del Sud, Iran, Canada, Arabia Saudita, Messico e Regno Unito, in base alle principali fonti di rilevazione statistica. Poi ci sono Paesi accusati di inquinare molto ma in realtà meno del previsto, come Brasile e Sudafrica, mentre tra le nazioni virtuose vi sono i Paesi scandinavi, anche se come già detto Finlandia e Svezia fanno poco per ridurre il relativamente poco inquinamento che producono.

    islanda

    Chi può vantarsi di essere un Paese ad emissioni zero è l’Islanda, nonostante un certo grado di industrializzazione, al contrario di altre nazioni, come molti Paesi africani, che hanno zero emissioni semplicemente perché sono povere e pertanto prive di fonti d’inquinamento.

    909

    PIÙ POPOLARI