Tonno rosso e pesca selvaggia: 10 cose che non sapevi

Tonno rosso e pesca selvaggia: 10 cose che non sapevi
da in Ambiente, Animali
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19/10/2016 07:17

    pesca tonno rosso

    Si torna a parlare periodicamente della pesca del tonno rosso, una delle specie ittiche maggiormente vittime dell’attività intensiva da parte dell’uomo. La pesca selvaggia ha impoverito progressivamente i nostri mari, tanto che ora le navi al soldo delle grosse multinazionali si spingono verso rotte sempre più lontane, a dispetto di leggi e accordi internazionali firmati per fermare il massacro del tonno rosso. Per chi vuole approfondire la materia, ecco 10 cose che forse non sapete sulla pesca del tonno rosso.

    tonno rosso estinzione

    Un tempo simbolo del Mediterraneo, il tonno rosso è a rischio estinzione e in alcune zone quasi non si trova più, a causa della pesca intensiva, che ha fatto oltretutto lievitare il suo costo: si può arrivare fino a 100mila dollari per un singolo esemplare. La popolazione dei tonni rossi, secondo altri studi risalenti al 2014, starebbe di nuovo aumentando, dati in controtendenza rispetto agli allarmi passati.

    tranci tonno rosso

    Da qualche anno esistono normative come quella Ue che vietano la pesca del tonno rosso oltre determinate quote predeterminate, con precise regole di pesca da osservare, sia nel Mediterraneo che nell’Atlantico. L’infrazione di tali regole è una delle dispute più ricorrenti tra pescatori e gruppi ambientalisti.

    tonno rosso

    Con il Mediterraneo che è ormai praticamente privo di pesce, le navi al soldo delle multinazionali fanno rotta verso i Paesi africani dove avviene regolarmente la cosiddetta pesca di rapina, che consiste nel depredare le riserve ittiche di altre nazioni, creando un danno non solo economico, ma anche alimentare alle comunità locali che basano sul pesce la loro sopravvivenza.

    branco tonno rosso

    Il rapporto Mind the gap diffuso dal Pew Environment Group ha evidenziato negli anni i numeri della pesca di frodo, che sottolineano il divario tra la pesca del tonno rosso consentita dalle leggi e quanto avviene per opera di bracconieri: un gap che ad esempio è cresciuto fino al 141 per cento nel 2010.

    commercio tonno rosso

    Ancora numeri riguardanti la pesca del tonno rosso, questa volta dal punto di vista economico: dal 1998 al 2010 sono stati commerciati nel mondo oltre 490mila tonnellate di tonno, per un valore complessivo di circa 13,5 miliardi di dollari.

    sanzioni tonno rosso

    Sono previste pesanti sanzioni per chi viola le regole fissate dalla Ue per la pesca del tonno rosso: multe fino a 4mila euro per chi pesca oltre le quote previste, e deferimento all’autorità giudiziaria in caso vengano catturati esemplari giovani, sotto i 115 centimetri o i 30 chili.

    sushi tonno rosso

    Il Giappone è uno dei primi consumatori al mondo di tonno rosso, ingrediente principale di molte specialità culinarie, come il sushi, il quale ormai è assai diffuso ben oltre le coste nipponiche.

    tonnara

    Esistono varie tecniche di pesca del tonno rosso: una delle più antiche e cruente è la tonnara, attraverso cui avviene la mattanza dei pesci, che tingono il mare di colore rosso, del sangue versato da questi animali. Sebbene sia quasi scomparsa, viene ancora praticata in alcune zone del Sud Italia.

    tonno

    Non esiste solo la pesca alimentare, per quanto sia la principale ragione della caccia al tonno rosso: vi è infatti anche la pesca sportiva, ed anch’essa è soggetta a regole e normative molto severe.

    favignana

    La vendita illegale del tonno rosso, ben oltre le quote, coinvolge anche il bianchetto o il novellame: fortunatamente esistono anche zone virtuose che hanno scelto di proteggere il mare e i suoi abitanti, come Talamone in Toscana o Favignana in Sicilia.

    1061

    PIÙ POPOLARI