Caccia animali: tutto quello che c’è da sapere sull’industria della morte

Le polemiche riguardanti alcuni casi accaduti di recente fa riesplodere la polemica sulla caccia agli animali inteso come hobby e business: tutti i particolari e i segreti di questa 'industria della morte' svelati dagli esperti in materia

da , il

    caccia

    Non si spegne l’eco, soprattuto negli Stati Uniti, per i recenti casi di cacciatori ricercati dalle autorità africane per aver ucciso animali protetti. Il business della caccia agli animali è molto fiorente e variegato, e l’opinione pubblica internazionale comincia a farsi molte domande sulle modalità che caratterizzano questo mondo, sull’onda delle proteste legate alla morte del leone Cecil e ad altri casi mediatici esplosi sul web. Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’argomento caccia grazie alla guida di Peter LaFontaine, un esperto intervistato da ABC News nei giorni scorsi.

    Cosa è un trofeo di caccia?

    trofeo caccia

    Trofeo di caccia è la pratica legale di cacciare selettivamente della selvaggina selvatica, e portare a casa parti imbalsamati dell’animale, come la testa o carcassa, ma anche la pelliccia o le zanne, per farsene vanto con gli amici ed altri cacciatori.

    Chi va alla ricerca di trofei di caccia?

    cacciatrice

    La maggior parte delle persone che fanno questo sono uomini appartenenti ai ceti più ricchi, ma sono in crescita anche le donne, che per le vacanze si recano in un Paese africano e pagano fino a decine di migliaia di dollari per la possibilità di uccidere un animale. Spesso ciò avviene in Paesi in cui la caccia è vietata ai locali, dando l’immagine di una nuova deriva colonialista.

    Quali sono i costi?

    soldi

    I costi, che possono includere le tasse per i permessi, guide, attrezzature e viaggio, variano ampiamente, ma si può arrivare fino a centinaia di migliaia di dollari: ci sono società che offrono pacchetti esclusivi dai 15mila dollari in su per i cacciatori e oltre 3mila solo per osservare.

    Quali sono le mete più ambite?

    zimbabwe

    Zimbabwe, Sud Africa, Namibia, il Botswana e il Kenya sono le destinazioni più popolari per i cacciatori di trofei. La maggior parte si reca su terreni privati o riserve di caccia designate dal governo, ma come abbiamo visto, non mancano le attività illegali in questo settore.

    Quali sono gli animali più cacciati?

    rinoceronte bianco

    Le società che organizzano i caccia safari prevedono pacchetti per bufali, elefanti, leoni, coccodrilli e ippopotami, che sono i più ricercati dai cacciatori di trofei. Ma in testa alle prede più ambite vi è il rinoceronte bianco, di cui rimangono solo 4 esemplari al mondo.

    Quanti animali sono cacciati ogni anno?

    elefante

    Centinaia di animali di grandi dimensioni, tra cui leoni, elefanti e rinoceronti, sono cacciati nei Paesi africani ogni anno, ma le stime ufficiali sono aggiornate in difetto. Per fare solo un esempio, tra il 2003 e il 2013 15.518 elefanti sarebbero stati importati nel mondo come trofei di caccia, 7500 nei soli Usa.

    Qual è il processo tipo di una battuta di caccia?

    leone cecil

    In genere, si deve assumere una guida che sia familiare con il parco o la riserva, che ti rifornisce di cose come le tende, la jeep e l’attrezzatura necessaria. È inoltre necessario ottenere un permesso da CITES, che è un trattato internazionale che regola il commercio internazionale di fauna selvatica, per esportare l’animale che si desidera portare a casa, ma non tutte le specie vi rientrano: è il caso ad esempio dei leoni.

    Qual è il rapporto tra caccia e conservazione della specie?

    parco nazionale protetto africa

    Molt fautori della caccia, al contrario degli animalisti, sostengono che i proventi del settore aiutino proprio le popolazioni locali a finanziare i programmi di tutela e conservazione della specie. Tuttavia LaFontaine rivela che spesso il denaro va dritto a funzionari governativi corrotti e non finiscono di nuovo nelle mani della comunità locale, che quindi non è incentivata ​​a proteggere la fauna selvatica e aree protette.