7 luoghi del mondo a rischio catastrofe

7 luoghi del mondo a rischio catastrofe
da in Ambiente, Catastrofi naturali
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19/10/2016 07:17

    Katmandu distrutta terremoto

    Quali sono i luoghi a maggior rischio catastrofe nel mondo? Il devastante terremoto in Nepal ha riportato l’attenzione dell’opinione pubblica internazionale sulle zone del pianeta che presentano fattori di rischio come forte sismicità e presenza di vulcani attivi, uniti a carenze sul piano delle politiche di prevenzione. Ecco i 7 luoghi a rischio catastrofe individuati in tutto il mondo, a cominciare proprio dal Nepal.

    Nepal

    Gli abitanti del Nepal sono abituati a convivere con i terremoti: dal 1980 a oggi sono stati ben quattro i terremoti di magnitudo superiore a 6, ma la speculazione selvaggia ha portato a costruire edifici senza alcun criterio antisismico.

    Haiti

    Devastata da un terremoto nel 2010, Haiti viene spesso colpita, data la sua collocazione geografica, anche da tempeste tropicali e uragani. Il dissesto idrogeologico, conseguenza della deforestazione selvaggia, ha contribuito ad indebolire ulteriormente il territorio rispetto a tali eventi catastrofici.

    san francisco california

    Caratterizzata da alta densità sismica, la California attende da anni il Big One, un terremoto di proporzioni gigantesche dovuto alla presenza della Faglia di Sant’Andrea. Secondo i geologi vi è il 90 per cento di possiiblità di un terremoto forza 7 entro i prossimi 30 anni.

    oklahoma

    Sempre rimanendo negli Usa, in Oklahoma vi è la cosiddetta ‘strada dei tornado’, il corridoio situato tra il Canada e il Texas dove vengono a incontrarsi la Corrente del Golfo del Messico e l’aria fredda del nord, che causano fenomeni distruttivi.

    Napoli

    La presenza del Vesuvio, inattivo ma non spento, rende gli abitanti di Napoli fatalmente in pericolo, soprattutto i 600mila che abitano fino alle pendici del vulcano, frutto della speculazione edilizia selvaggia dei decenni passati. La protezione civile ha comunque un piano per far evacuare mezzo milione di persone nel giro di 72 ore.

    Indonesia

    In Indonesia ci sono 30 vulcani attivi, e attorno ad essi vive l’8 per cento della popolazione. In questa zona del sud-est asiatico si rischiano terremoti, tsunami e inondazioni, oltre alle eruzioni.

    Maldive

    Considerate un paradiso ecologico, le Maldive rischiano di scomparire a causa dell’innalzamento delle acque dell’oceano, un centimetro l’anno, senza contare l’erosione delle spiagge e la distruzione di foreste per costruire resort di lusso.

    713

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI