Baciare il cane in bocca fa male per 9 motivi

L'associazione veterinaria britannica ha stilato un elenco di patologie che si possono contrarre baciando il proprio cane, dalla tubercolosi alla scabbia

da , il

    bacio cane

    Baciare il cane fa male? Per quanto l’affetto che proviamo per i nostri amici animali possa spingerci a compiere gesti per noi naturali, questi potrebbero involontariamente costarci in termini di salute. Baciare il proprio cane fa male e non è molto consigliabile dal punto di vista igienico: i veterinari inglesi hanno stilato un elenco di malattie che si possono contrarre, con vari gradi di rischio, compiendo questo tipico gesto d’amore. E per quanto siano indubbiamente molto di più i fattori positivi nell’avere un animale in casa, ecco 9 motivi per cui fa male baciare il cane in bocca, giacché la saliva dei cani porta malattie. E se l’elenco che vi apprestate a leggere non vi sembrerà sufficiente, aggiungiamo anche un monito di John Oxford, virologo e batteriologo presso l’Università Queen Mary di Londra: ‘I cani trascorrono metà della loro vita con il naso in angoli sporchi o si aggirano attorno alle feci di altri cani. Dunque i loro musi sono pieni di batteri, virus e germi di ogni tipo’.

    Capnocytophaga canimorsus

    tigna

    Il primo rischio nel lasciarsi leccare in bocca dal proprio cane è quello di incorrere, se non si gode di perfetta salute, nella Capnocytophaga canimorsus, un microrganismo che non crea generalmente problemi nei soggetti sani, ma che in persone già provate da altre patologie può essere potenzialmente pericoloso e provocare febbre, diarrea, vomito, mialgia, dispnea, rash cutanei e, nei casi più gravi, anche setticemia, endocardite e meningite.

    Tubercolosi

    tubercolosi

    Baciare il cane fa male anche quando i rischi sono minimi: ad esempio se i cani entrano in contatto con una mucca infetta o un tasso ammalato, oppure mangiano carne che contiene il batterio, possono contrarre la tubercolosi e trasmetterla al padrone, come avvenuto in un caso in Inghilterra nel 2013.

    Scabbia

    scabbia

    I parassiti della scabbia che infettano i cani sono diversi da quelli che colpiscono gli uomini, ma possono comunque entrare a contatto con la nostra pelle, pertanto rientrano tra le malattie trasmesse dai cani all’uomo.

    Tigna

    tigna

    La tigna è un’infezione della cute causata da un fungo, che produce insistente prurito. È estremamente contagiosa, tanto che può essere contratta semplicemente accarezzando il cane, ma si cura facilmente attraverso apposite creme.

    Avvelenamento da cibo

    salmonellosi

    Fa male baciare il cane in bocca poiché il nostro amico Fido, infilando la lingua in qualsiasi cosa, comprese carcasse di animali, può diventare un covo di batteri aggressivi come la salmonella che contaminano il cibo, e possono risultare letali per bambini e anziani.

    Parassiti intestinali

    parassiti intestinali

    Il cane ama giocare nei pressi di pozzanghere e canali, ma nell’acqua sporca il cane può contrarre parassiti intestinali che causano cisti, diarrea, crampi e febbre: i nostri amici a quattro zampe possono trasmetterlo all’uomo tramite il pelo o la lingua, ecco perché baciare il cane porta malattie.

    Ascaridi

    ascaridi

    Gli ascaridi sono parassiti che si riproducono nello stomaco e nell’intestino del cane: espulse le uova insieme alle feci, rimangono sul terreno per mesi. Nell’uomo questi vermi non crescono nello stomaco, per cui si spostano verso altri organi causando seri danni.

    Verme solitario

    tenia

    Anche se al cane piace essere baciato è meglio desistere, se non volete avere a che fare con il verme solitario, o tenia che dir si voglia, che rilascia uova nelle feci del cane. L’animale può diffondere le uova all’uomo anche semplicemente leccandogli il viso.

    Febbre dei ratti

    ratti

    Se ancora non siete convinti che baciare il cane fa male, chiudiamo la nostra rassegna di patologie che si possono contrarre con la leptospirosi, chiamata anche febbre da ratto, che si propaga mediante l’ingerimento di acque contaminate dalle feci di questi animali. Un cane infetto può trasmettere la malattia all’uomo attraverso l’urina, ma per fortuna esistono vaccinazioni che rendono l’animale completamente immune.