Expo Milano 2015: Biodiversity Park per rappresentare l’ambiente italiano

Expo Milano 2015: Biodiversity Park per rappresentare l’ambiente italiano
da in Ambiente, Expo 2015 Milano
Ultimo aggiornamento:
    Expo Milano 2015: Biodiversity Park per rappresentare l’ambiente italiano

    Un parco interamente dedicato alla biodiversità ad Expo Milano 2015: il progetto è stato illustrato all’evento ‘Le idee di Expo’, e vedrà realizzato un parco di 8500 metri quadrati che rappresenterà tutta la varietà paesaggistica del nostro Paese, oltre a un teatro e a due padiglioni dedicati ai temi dell’agrodiversità e dell’agricoltura biologica. Il Biodiversity Park, questo il nome con cui è stato battezzato, diventerà realtà grazie alla collaborazione con Bologna Fiere, FederBio e i ministeri delle Politiche agricole e dell’Ambiente, che avranno una presenza fisica all’interno del parco. Un contributo determinante alla metamorfosi di Milano che si apre all’innovazione e al cambiamento in armonia con il pianeta, in occasione di questo cruciale appuntamento internazionale.

    L’obiettivo del parco è valorizzare le eccellenze italiane in campo agricolo, sempre conservando il rispetto per la Natura e la biodiversità. L’Italia possiede da nord a sud una straordinaria varietà e ricchezza di paesaggi, con relative biodiversità floristiche e faunistiche di enorme interesse: il Biodiversity Park propone idealmente ai visitatori un viaggio in cinque tappe lungo il nostro Paese, dalla pianura con le caratteristiche distese di seminativo ai terrazzamenti, dagli alpeggi ai giardini mediterranei. Alpi, Appennini, pianura padana, tavolieri altipiani ed isole saranno evocate grazie ad elementi peculiari di questi territori: il visitatore potrà così osservare tutta la ricchezza del patrimonio italiano in una sola volta, attraverso un percorso che rappresenta un sentiero che diventa poi strada di campagna, che si trasforma successivamente in tratturo e che termina nella mulattiera che costeggia le coste.

    All’interno della zona delle Alpi si potrà passare da tratti tipici dell’area mediterranea alle praterie alpine, fino alle nevi perenni, per poi giungere sulla dorsale appenninica, che permetterà di attraversare da nord a sud l’Italia, osservando i mutamenti paesaggistici di ogni regione. E ancora percorrere i boschi e le polverose strade di campagna della pianura padana, addentrarsi nei tavolieri pugliesi o lucani, fino a soffermarsi ad ammirare le meraviglie delle coaste mediterranee.

    Il Biodiversity Park si intreccerà con il progetto di una nuova agricoltura capace di sfruttare le moderne tecnologie e di fondersi con la nuova urbanizzazione delle metropoli: giardini verticali, orti cittadini, pratiche di rinaturalizzazione della città verranno esposte nello spazio che confina con l’area dell’ingresso est del sito Expo. Un modo per fare educazione ambientale e fallo stesso tempo far conoscere la tecnologia italiana anche in questo settore.

    443

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteExpo 2015 Milano
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI