NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Pulcini uccisi schiacciati con i piedi: la terribile vicenda in un’azienda di Brescia

Pulcini uccisi schiacciati con i piedi: la terribile vicenda in un’azienda di Brescia
da in Ambiente, Animali, Animali maltrattati, Corpo Forestale, Brescia
Ultimo aggiornamento:
    Pulcini uccisi schiacciati con i piedi: la terribile vicenda in un’azienda di Brescia

    Pulcini uccisi in modo barbaro, che sarebbero stati schiacciati con i piedi. Il terribile episodio è stato reso noto in seguito all’intervento del Corpo Forestale e del sostituto procuratore Ambrogio Cassiani, dopo la visita a un’azienda agricola di Passirano, in provincia di Brescia. La fine per i pulcini sarebbe stata terribile, uccisi soltanto perché troppo piccoli e gracili, insomma non adatti all’ingrasso. L’azienda si difende, affermando che non c’è stata nessuna mattanza e si appella ai controlli europei, che, a detta dei responsabili, sono molto rigorosi. Secondo la difesa, l’azienda investirebbe da anni molte risorse per rispettare gli standard imposti dall’Unione Europea, come sarebbe stato confermato anche da alcuni controlli.

    Le reazioni da parte degli animalisti non si sono fatte attendere. Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, ha definito l’episodio “una vergogna indicibile”. Inoltre ha annunciato che la nota associazione si costituirà parte civile contro i responsabili di queste violenze. Secondo l’ex ministro, occorre porre riparo di fronte ad un equivoco che si verifica in maniera frequente ai danni degli animali indifesi, che non possono essere considerati oggetti o materie prime.

    La Brambilla ha ribadito che il fatto che alcuni animali vengano inseriti in un circuito produttivo industriale non giustifica le forme di abuso nei loro confronti.

    La Lav ha espresso soddisfazione per l’inchiesta condotta e ha sottolineato la necessità di intervenire in quei settori in cui gli animali sono utilizzati per scopi economici, come se fossero dei prodotti. Le persone coinvolte nell’indagine sarebbero 5, che sono state chiamate a giudizio e dovranno rispondere del reato di maltrattamento di animali ed uccisione ingiustificata. L’episodio dell’uccisione dei pulcini sarebbe stato confermato dagli uomini della Forestale, che con la telecamera avrebbero ripreso le crudeltà inflitte. Sarebbero state trovate delle irregolarità anche nei registri, in merito al numero di animali nati e morti nell’azienda. Si attende di sapere se veramente ci siano dei colpevoli, nei confronti dei quali le associazioni animaliste hanno auspicato una condanna esemplare.

    Foto di Francesco Fabbro

    402

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteAnimaliAnimali maltrattatiCorpo ForestaleBrescia
    PIÙ POPOLARI