Asteroide vicino alla Terra: il 26 gennaio l’incontro ravvicinato

da , il

    Asteroide vicino alla Terra: il 26 gennaio l’incontro ravvicinato

    Un asteroide passerà vicino alla Terra il 26 gennaio alle 17:49 (facendo riferimento all’ora italiana). Si tratta dell’asteroide 2004 BL86, che passerà ad una distanza di 1,2 milioni di chilometri dal nostro pianeta. Anche se apparentemente ai più inesperti questa distanza può sembrare enorme, in realtà corrisponde a poco più di 3 volte quella che separa il nostro pianeta dalla luna. Gli scienziati comunque avvertono che non bisogna avere paura, perché non c’è il pericolo di un’eventuale collisione con la Terra. Lo hanno assicurato direttamente dalla Nasa.

    Sicuramente, però, il tutto costituirà un ottimo spettacolo da vedere. L’evento è particolarmente importante, perché l’asteroide in questione è il più grande che si avvicinerà al nostro pianeta nel corso dei prossimi 12 anni, fino al 2027, quando passerà vicino a noi il 1999 AN10. 2004 BL86 dovrebbe avere un diametro di circa 500 metri e per gli studiosi è un’occasione unica, anche perché, con il suo passaggio ravvicinato, può essere analizzato con accuratezza. Gli esperti dicono che l’asteroide sarà visibile dall’Italia sia con binocoli che con piccoli telescopi. Proprio attraverso un telescopio del New Mexico 2004 BL86 venne scoperto il 30 gennaio del 2004. Gli esperti della Nasa già si stanno attivando e hanno programmato delle osservazioni in vari punti.

    Di questo asteroide non si sa molto, per questo l’interesse è maggiore, perché si ritiene che potrà essere studiato di più per capirne la forma e la dimensione. Non si tratta soltanto di uno studio fine a se stesso, perché, proprio attraverso l’osservazione di queste caratteristiche, ci può fornire indicazioni anche sulla sua composizione. Gli scienziati hanno detto che sarebbe molto interessante scoprire che 2004 BL86 potrebbe essere uno di quegli asteroidi doppi che spesso si incontrano nell’universo. Al momento non esistono indizi a questo riguardo, ma, secondo ciò che è stato spiegato, si può ipotizzare che gli asteroidi doppi rappresentino il 10% di quelli più noti. Nella fase di massimo avvicinamento la magnitudine di 2004 BL86 sarà di grado 9 e potrà essere visto chiaramente, guardando in direzione del punto che corrisponde a quello intermedio fra la costellazione dell’Unicorno e quella dell’Idra. La natura ci regalerà un’altra delle sue meraviglie.