Ecomondo 2014 a Rimini: si discute di rifiuti dal 5 all’8 novembre

da , il

    Ecomondo 2014 a Rimini: si discute di rifiuti dal 5 all’8 novembre

    Torna a Rimini la fiera Ecomondo: dal 5 all’8 novembre ci saranno tavole rotonde, dibattiti, presentazione ed illustrazione di nuovi progetti, in poche parole tutte le ultime novità che riguardano il ciclo di gestione e trasformazione dei rifiuti. In particolare durante Ecomondo 2014 è previsto un focus speciale sulla selezione e recupero dei rottami ferrosi e non ferrosi, e sarà possibile visitare la più importante piattaforma di attrezzature e macchinari specializzati nel trattamento di qualsiasi tipologia di rifiuto.

    La fiera Ecomondo da diversi anni a questa parte ha consolidato la propria fama, diventando un appuntamento irrinunciabile a livello internazionale per tutti gli operatori nel campo dello sviluppo sostenibile. Durante l’evento si possono incontrare le imprese, i partner pubblici e privati che presentano le loro strategie riguardanti il recupero e il riciclo dei rifiuti, con molti convegni e discussioni su ogni campo del settore, dalle bonifiche al recupero dei materiali di scarto, dal settore degli inerti alle problematiche inerenti il trasporto e la raccolta. Anche l’edizione 2014 fungerà da perfetta vetrina per i progetti più innovativi e le tecnologie più progredite da presentare agli addetti ai lavori.

    Tra gli eventi più significativi di questa 18esima edizione segnaliamo il nuovo bando per 2 milioni di euro della Comieco, soldi che andranno a sostegno dei Comuni al fine di migliorare la raccolta differenziata di carta e di cartone. Molte le aziende che presenteranno le ultime novità riguardanti la green economy, lo sviluppo della raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti da imballaggio, il trattamento dell’aria e delle acque, e ancora compostaggio, bioplastiche e rifiuti organici. Proprio riguardo quest’ultimo settore, segnaliamo la presentazione del rapporto annuale 2014 da parte del Consorzio Italiano Compostatori, che illustrerà dati relativi alla raccolta dell’organico in Italia, i progressi compiuti e le criticità che ancora emergono nel nostro Paese, che comunque sta dimostrando sensibili progressi negli ultimi anni in materia di gestione dei rifiuti, anche in quelle aree che erano in forte ritardo.