Sciame di meteoriti: dal 5 al 12 novembre osserviamo la scia delle Tauridi

Sciame di meteoriti: dal 5 al 12 novembre osserviamo la scia delle Tauridi
da in Ambiente, Astronomia, Terra
    Sciame di meteoriti: dal 5 al 12 novembre osserviamo la scia delle Tauridi

    Il mese di novembre costituirà un appuntamento imperdibile per gli amanti dello spazio e delle stelle: dal 5 al 12 novembre è infatti previsto il passaggio di uno sciame di meteoriti che sarà possibile osservare dalla Terra. Si tratta dello sciame meteorico delle Tauridi, un complesso di rocce non molto numeroso ma dalle caratteristiche peculiari, originato dai residui della cometa Encke. Come ogni volta che entrano in contatto con l’orbita terrestre, questo spettacolo della Natura attraversa i cieli nel mese di novembre, regalando emozioni indimenticabili per tutti gli appassionati.

    Come suggerisce il nome, il radiante dello sciame proviene dalla costellazione del Toro, e come abbiamo accennato in precedenza, queste meteoriti possiedono alcune caratteristiche piuttosto insolite: innanzitutto non sono numerose, la loro frequenza è all’incirca 5 meteore per ora, e a colpire l’occhio è il loro particolare colore arancio, decisamente intenso, unito ad una velocità ridotta rispetto ad altri sciami, rendendo dunque ancora più facilmente visibili le meteore. Tra l’altro non si tratta dell’unico evento astronomico che caratterizzerà questo mese di novembre: saranno visibili ad occhio nudo i pianeti Giove e Marte, ed un altro sciame meteorico solcherà i cieli tra il 15 e il 20 novembre, quello delle Leonidi.

    Queste ultime sono residui della cometa Tempel-Tuttle che annualmente attraversano la Terra: nel momento di massima visibilità, che secondo le previsioni degli esperti sarà il 18 novembre, vi saranno all’incirca circa 20 meteore l’ora e un’osservazione ideale poichè non disturbata dal chiarore della Luna.

    Tornando alle Tauridi, formatesi dalla disintegrazione di una cometa circa 25mila anni fa, secondo quanto affermano gli esperti possono essere osservate al meglio quando ci si trova nell’emisfero boreale, dunque anche dall’Italia. Occhi all’insù dal 5 al 12 novembre per ammirare queste grosse e pesanti palle di fuoco: uno spettacolo da non perdere.

    321

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteAstronomiaTerra
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI