NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Pelle mista e grassa: i rimedi naturali ed ecobio

Pelle mista e grassa: i rimedi naturali ed ecobio
Blogger in Ambiente, Cosmetici, Cosmetici biologici
Segui autore:
Lunedì 20/10/2014 in Ambiente, Cosmetici, Cosmetici biologici
    Pelle mista e grassa: i rimedi naturali ed ecobio

    Quali sono i consigli per la pelle mista e grassa? Se sul viso hai tantissimi punti neri e non sai come combatterli, questo è il post per te. Questa domanda mi è stata rivolta da una ragazza che mi segue sulla mia pagina Il Mondo Ecobio di Sara: si tratta di una domanda piuttosto comune dato che, ahimé, siamo in molti a dover affrontare i problemi di impurità e lucidità della pelle. Mia nonna mi diceva sempre che finché ci sono i brufoli allora vuol dire che la pelle è giovane, ma questa magra consolazione ormai non mi soddisfa più. Prima mi veniva detto che erano gli ormoni dell’adolescenza a causarmi questi problemi, poi l’adolescenza è passata ma i comedoni e i brufoli sono rimasti… quindi ho dovuto arrangiarmi e trovarmi delle soluzioni per combatterli efficacemente. Intendiamoci, io non ho mai sofferto di acne, per fortuna, ma ho sempre avuto (almeno dalla preadolescenza in poi) i classici “bollicini”, la pelle lucida e i punti neri sulla famigerata zona T (fronte, naso e mento); se avessi avuto i brufoli classici dell’acne mi sarei rivolta a un dermatologo per cui questo post è dedicato a chi ha una situazione mediamente e non gravemente problematica, per la quale invece consiglio un parere medico. Vorrei quindi raccontarvi quali sono gli espedienti che ho adottato io nel corso degli anni per combattere la pelle mista e con i quali mi sono sempre trovata molto bene.

    È importantissimo avere cura del nostro viso: il 70% delle impurità può venire eliminato da una corretta attenzione quotidiana, cominciando dalla detersione fino ad arrivare all’idratazione. Ogni mattina e ogni sera è fondamentale lavare il viso con un detergente delicato purificante e applicare una crema anti-imperfezioni e sebo equilibrante; molte persone pensano che la crema sia esclusivamente un prodotto per pelli mature, senza sapere invece che è cominciando in giovane età ad idratare il viso che si ritarda la comparsa dei segni del tempo. Questo discorso vale anche per chi ha imperfezioni, poiché esistono cosmetici specifici per questo particolare tipo di pelle che idratano là dove è necessario idratare (come il contorno occhi, ad esempio) e combattono le impurità là dove sono più presenti (come la zona T). Tutto parte dall’etichetta, cioè dall’INCI (la lista che riporta in ordine decrescente gli ingredienti di un cosmetico, per cui nei primi posti sono indicati gli ingredienti presenti in maggior quantità e poi a scalare quelli presenti in minor quantità), che dovete assolutamente leggere prima di acquistare un prodotto cosmetico: una crema per pelli impure e problematiche dovrebbe contenere olio essenziale di tea tree e di limone (malaleuca alternifolia oil e citrus limon fruit oil rispettivamente), due potenti alleati contro i batteri responsabili di comedoni e brufoli, e non dovrebbe contenere paraffina (riportata come paraffinum liquidum), siliconi pesanti (come il dimethicone), cera microcristallina (cioè microcristalline wax), né grandi quantità di burro di karité (cioè butyrospermum parkii butter) e di oli pesanti come olio di oliva (olea europea oil), di girasole (heliantus annuus seed oil) e il caprylic/capric trygliceride, cioè tutte sostanze (sì, anche quelle naturali) che tendono ad occludere i pori. Per capire se la crema è giusta per il vostro viso dovete innanzitutto verificarne la consistenza (se è troppo densa o soda probabilmente contiene una grande quantità di grassi che non è raccomandata per la pelle impura) e poi dovete applicarla e vedere che non renda la zona T unta nel giro di poco tempo.
    Controllate sempre la lista di ingredienti perché è inutile che un prodotto venga pubblicizzato come “anti-imperfezioni” se poi contiene grandi quantità di siliconi, paraffina e oli occludenti: i pori devono respirare e i batteri non devono proliferare per poter combattere le impurità. La confezione carina o il prezzo alto del cosmetico sono dettagli di secondaria importanza: ciò che conta è l’INCI.

    Una volta a settimana, magari durante il weekend, prendetevi 20 minuti di tempo da dedicare al vostro viso: vi assicuro che ne varrà assolutamente la pena. Poiché sono tutti trattamenti casalinghi facili da realizzare, che richiedono pochissimo tempo e soprattutto sono economici, non esistono scuse perché non li possiate fare!
    Per far respirare i pori è importante liberare la pelle dagli strati di cellule morte per questo gli scrub sono sempre consigliati per combattere le impurità. Quello che faccio più frequentemente e con cui mi trovo molto bene è lo scrub allo zucchero e miele: in un contenitore di plastica mescolo energicamente due cucchiaini di miele con due di zucchero di canna e poi massaggio sul viso umido insistendo nella zona T e facendo attenzione sul contorno occhi. Una volta lavato, il viso apparirà un po’ arrossato per i primi minuti ma anche morbido, liscio e vellutato.

    A questo punto la pelle è pronta per essere attaccata dalla maschera anti-imperfezioni: in un secondo ciotolino di plastica mettete un cucchiaino di amido di riso, uno di ossido di zinco, uno di argilla bianca, uno di argilla verde, 2 gocce di olio essenziale di tea tree, 2 di olio essenziale di limone, circa mezzo cucchiaino di buccia d’arancia grattugiata e una spolverata (attenzione a non esagerare!) leggera di noce moscata; mescolate il tutto con un goccio d’acqua in modo da ottenere un composto omogeneo, quindi applicate sul viso umido tralasciando il contorno occhi e tenete per circa 15 minuti. È importantissimo stare attenti alle dose degli oli essenziali e della noce moscata se non volete ustionarvi il viso! Le polveri consigliate hanno la particolare proprietà di assorbire il sebo in eccesso, mentre gli altri ingredienti sono antibatterici. Trascorsi 15-20 minuti lavate via con acqua tiepida: noterete che il viso apparirà privo di comedoni, liscio, morbido, pulito, sano, fresco, giovane. Non dimenticatevi di applicare una crema idratante in modo da ristabilire la normale idratazione della pelle. Con questi semplici passi io riesco a tener testa ai brufoli e alle impurità. Ovviamente non è possibile ottenere buoni risultati se non curiamo ogni giorno con i giusti prodotti la pelle; è altrettanto importante evitare di schiacciare i brufoli perché non solo questo è un evento traumatico per il viso, ma la cicatrice che rimane può non andarsene mai più.

    Questi rimedi casalinghi non sono pericolosi, sono efficaci, semplici e sicuramente più economici di una pulizia del viso professionale, tuttavia i risultati sono altrettanto (se non più) soddisfacenti, ve lo garantisco perché ormai li realizzo da anni. Provare per credere!

    1127

    SCRITTO DA Sara Pianigiani Blogger Segui autore:
    PUBBLICATO IN AmbienteCosmeticiCosmetici biologici
    PIÙ POPOLARI