NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Frutta e verdura di stagione a ottobre: la lista della spesa

Frutta e verdura di stagione a ottobre: la lista della spesa
da in Alimentazione, Alimenti, Ambiente, Frutta
Ultimo aggiornamento:

    E’ bene conoscere la frutta e la verdura di stagione a ottobre, in modo da comporre una lista della spesa, che, oltre a farci risparmiare, ci consenta anche di badare in maniera puntuale alla nostra alimentazione. E’ importante non far mancare all’organismo tutte quelle vitamine e quei sali minerali, di cui esso ha bisogno. Vediamo più precisamente che cosa comprare.

    Un tipico frutto di questo mese è il cachi. E’ piuttosto salutare, soprattutto perché contiene vitamina A e vitamina C. Bisogna stare attenti, comunque, a mangiare molti di questi frutti, perché essi sono piuttosto calorici. Ad ottobre non possono mancare i kiwi. Questi ultimi sono ricchissimi di vitamina C e possono costituire davvero un ottimo rimedio naturale, soprattutto per rafforzare il sistema immunitario ed evitare di incorrere nei malanni di stagione. Questo frutto è ricco di antiossidanti, che agiscono contro l’azione di invecchiamento cellulare provocata dai radicali liberi. Ad ottobre possiamo acquistare anche uva, prugne, mele, pere, lamponi e fichi. Sulle nostre tavole non può mancare il melograno: abbonda di potassio, di fosforo, di vitamina A, di vitamina C e il succo di melograno può essere davvero una bevanda dissetante.

    Essendo ormai nella stagione autunnale, non possiamo fare a meno di consumare la zucca. Da essa si possono ricavare moltissimi piatti e inoltre possiamo preparare un’energica marmellata, che si può mangiare soprattutto a colazione. La zucca è una grande fonte di omega 3, inoltre è adatta per chi vuole portare avanti un’alimentazione depurativa, perché possiede molte proprietà disintossicanti.

    Questo ortaggio è un vero toccasana per l’intestino, perché è ricco di fibre, che favoriscono il transito intestinale. Inoltre non fa ingrassare e quindi si adatta bene alle diete ipocaloriche. Anche i funghi sono poveri di calorie e inoltre contengono potassio, fibre e vitamina B. Nel carrello della spesa, ad ottobre, possiamo mettere il sedano, le patate novelle, i piselli, i fagiolini, i fagioli, i ravanelli, il rabarbaro e le barbabietole.

    In particolare il sedano è utilissimo dal punto di vista terapeutico: possiede delle proprietà depurative e rimineralizzanti; riesce a svolgere un’attività calmante sul sistema nervoso. Questo ortaggio ha anche dei benefici che si ripercuotono sulla pressione arteriosa, che è in grado di regolare. Il succo che se ne può derivare si caratterizza per essere un ottimo tonificante per la pelle ed è utile anche in caso di reumatismi. Se ci dovessimo scottare, possiamo applicare proprio del succo di sedano sulla parte di cute danneggiata. Da non far mancare mai nemmeno le carote, che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e proteggono la vista. Si possono fare anche degli ottimi centrifugati di carota, per integrare i sali minerali. Inoltre possiamo acquistare il radicchio. Con questa verdura è possibile destreggiarsi bene in cucina ed è ottima da essere cucinata soprattutto la sera, perché facilita la digestione.

    541

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneAlimentiAmbienteFrutta
    PIÙ POPOLARI