Stufe a pellet senza canna fumaria: modelli e prezzi [FOTO]

da , il

    Le stufe a pellet sono una realtà che prende sempre più piede nelle case degli italiani, e i modelli senza canna fumaria diventano una concreta alternativa per chi è impossibilitato per problemi di spazio o di natura estetica ad averne una in casa. Il numero di aziende che produce queste stufe senza canna fumaria cresce sempre di più: per orientarvi nella scelta vi proponiamo i modelli e relativi prezzi presenti sul mercato, da quelli più economici a quelli più cari.

    Innanzitutto va chiarito il funzionamento di una stufa a pellet senza canna fumaria: l’assenza della canna non significa che manchi un tubo di scarico, solo che nei modelli presentati che potete vedere in dettaglio nella fotogallery sovrastante essa è ridotta al minimo, una piccola canna che al massimo di grandezza puù raggiungere gli 8 centimetri di diametro, e che viene inserita attraverso un buco nella parete, oppure trasportata fino ad un’altra struttura, ad esempio un caminetto. I modelli elaborati da case come Leroy Merlin, Ravelli, Palazzetti, Brescia, Thermorossi, sol oper citare alcune di queste aziende, sono caratterizzati da design e colori all’ultimo grido, fabbricati in acciaio, ceramica, ghisa e pietra ollare: in poche parole c’è n’è per tutti i gusti.

    Le stufe a pellet più economiche hanno prezzi intorno ai 740-750 euro, come i modelli Eva o Cristal Eco, mentre i modelli dal prezzo più elevato possono arrivare a sforare i 3mila euro, presentando tecnologie ed optional sempre più elaborati. C’è ad esempio il modello Mya in acciaio o in ghisa, anche con radiocomando, che arriva fino ai 2mila euro, la stufa Nancy con fianchi in ghisa da oltre 3mila euro, i modello Forma che consente di ottenere un’aria più pura annullando completamente gli spifferi, oppure Kelly, che presenta una tecnologia innovativa in grado di canalizzare il 100 per cento dell’aria prodotta. Ad ognuno quindi il suo modello, a seconda dei gusti e delle possibilità economiche.