Terra dei Fuochi: nuove tecnologie green contro il degrado

Terra dei Fuochi: nuove tecnologie green contro il degrado
da in Ambiente, Buone notizie, Discariche, Ecologia, Rifiuti
Ultimo aggiornamento:
    Terra dei Fuochi: nuove tecnologie green contro il degrado

    Anche lì dove il futuro sembra essere stato scippato alle nuove generazioni possono accendersi segnali di speranza: nella famigerata Terra dei Fuochi scendono in campo nuove tecnologie green per combattere il degrado e riqualificare aree pubbliche, mettendo questi luoghi al passo delle migliori realtà europee nel campo del riciclo dei rifiuti. Un’iniziativa promossa dal Comune di San Marco Evangelista, provincia di Caserta, allontana per una volta l’immagine negativa dell’area inquinata dalle tonnellate di rifiuti nelle discariche abusive e dai roghi infernali, per dimostrare che una svolta è possibile anche laddove sembra non esserci più nulla da fare.

    Anche in questa porzione di Campania non più Felix, dominata per anni da lunghe e dense colonne di fumo più che dal calore del sole, dove le patologie cancerogene nella popolazione sono aumentate del 40 per cento, in cui l’indifferenza delle istituzioni è stata a dir poco criminale, si può accendere una luce di speranza: capita così che san Marco Evangelista diventi patria degli eco-compattatori Garby, tecnologie di ultima generazione che consentono di ricavare nuovi oggetti dai rifiuti riciclabili. E tutto questo a due passi dalle eco-balle e dalla munnezza seppellita lì dove un tempo crescevano solo alberi e si coltivavano ortaggi. ‘Ricicliamo, miglioriamo Piazzetta Cantone’ è lo slogan scelto dall’amministrazione comunale per invitare i cittadini a riciclare i rifiuti e riqualificare questa area pubblica, luogo di svago per adulti e bambini che tornerà a splendere grazie ai sette punti ecologici Garby, posizionati sul territorio comunale di San Marco Evangelista, in cui fino al 30 giugno verrà raccolto il materiale riciclato, trasformato in oggetti che saranno messi in vendita, e il cui ricavato contribuirà appunto alla riqualificazione della piazzetta.

    Sono ormai sempre di più i comuni e gli enti italiani che stanno scegliendo di installare questi ‘raccoglitori intelligenti’ dove conferire bottiglie PET, HDPE (flaconi fino a 1.5 litri), lattine in alluminio, che in cambio rilasciano scontrini da utilizzare come buoni sconto per risparmiare sugli acquisti fatti presso le varie attività convenzionate.

    Oggetti nuovi nascono dai rifiuti grazie al progetto Garby, che oltretutto consente un abbattimento della CO2 dell’80 per cento, grazie al taglio netto della filiera dei trasporti. Giovanni Vagliviello, assessore all’ambiente ed ecologia del comune di San Marco Evangelista, dichiara che ‘l’amministrazione comunale si sta impegnando nella realizzazione e rifacimento di opere pubbliche per riqualificare alcune zone. Un importante ruolo gioca anche la collaborazione con Garby, e questa nuova iniziativa renderà più vivibile il nostro comune‘. Una piccola ventata di ottimismo in una terra sin troppo martoriata, e pubblicizzata negativamente ben oltre le effettive criticità che vive quotidianamente.

    496

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteBuone notizieDiscaricheEcologiaRifiuti
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI