Moda etica e vivere green: torna Fa’ la cosa giusta a Milano

Moda etica e vivere green: torna Fa’ la cosa giusta a Milano
da in Ambiente, Sostenibilità ambientale
Ultimo aggiornamento:

    Si tratteranno anche la moda etica e il vivere green a Fa’ la cosa giusta, la fiera degli stili di vita ecosostenibili, che ritorna a Milano dal 28 al 30 marzo. L’iniziativa è organizzata da Terre di Mezzo e presenterà 12 sezioni tematiche, per dimostrare la possibilità di evitare gli sprechi e di consumare stando attenti all’ambiente. Saranno proposti tanti argomenti all’insegna dell’ecocompatibilità. Scopriamoli insieme.

    A Fa’ la cosa giusta trova spazio anche l’opportunità di condividere progetti e soluzioni. La fiera può essere considerata come una sorta di laboratorio aperto alla molteplicità delle idee. Si porta avanti il concetto di tecnologia, ma inteso in un modo molto particolare: le innovazioni devono essere in grado di facilitare la vita quotidiana, ma allo stesso tempo devono essere capaci di dimostrarsi ecosostenibili. Ecco perché, fra le idee innovative che vengono proposte, c’è anche quella dei Green Makers, che è dedicata a tutte quelle che si possono considerare innovazioni dal basso. Lo stesso discorso vale per la sezione “Sprigioniamoci! Economia carceraria”, che coinvolge da vicino differenti associazioni di promozione culturale. Proprio esse sono alla base del lavoro portato avanti dai detenuti, per realizzare cosmetici, borse e accessori a partire da materiali riciclati. Un esempio di una moda che vuole essere rispettosa dell’ambiente e allo stesso tempo vuole porsi come una possibilità di riscatto per chi è costretto ad affrontare il carcere. All’interno di Fa’ la cosa giusta ci saranno degli interessanti laboratori di autoproduzione, che si basano proprio sul riciclo condotto in maniera fantasiosa, per produrre arredamenti, abiti e moltissimi altri oggetti accattivanti.

    Fa’ la cosa giusta è dedicata a proporre l’idea di un’economia alternativa, che viene resa proprio attraverso i laboratori di autoproduzione.

    L’obiettivo è quello di dimostrare come sia possibile e allo stesso tempo importante mettere in atto azioni di salvaguardia delle risorse del pianeta, scegliendo modelli di consumo più critici e più etici. Il discorso vale anche per l’alimentazione. In questo senso sarà dato molto spazio alla riscoperta della tradizione culinaria popolare. Sarà creata la “Locanda di Fa’ la cosa giusta”, che ospiterà molte iniziative: mostre, degustazioni, lezioni di cucina. Si vuole riscoprire la dieta del passato, che era capace di utilizzare ingredienti semplici ed economici, per proporre un regime alimentare sano e basato sulla produzione fatta in casa. Anche questo significa non sprecare, infatti si cercherà di mettere in evidenza alcune idee, che possono portare alla preparazione di pranzi deliziosi anche partendo dagli elementi di scarto. Tutto ciò implica il concetto di risparmio e di rispetto dell’ambiente. Fa’ la cosa giusta, da questo punto di vista, si pone in prima linea nel condurre una rilevante azione di sensibilizzazione rivolta a tutte le persone che avranno l’occasione di recarsi presso l’area di Fieramilanocity.

    501

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmbienteSostenibilità ambientale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI